5 maggio 2014 – CRN, parte del Gruppo Ferretti e specializzato nella costruzione di megayacht completamente custom in acciaio e alluminio da 40 a 90 metri, ha ricevuto per la sua Ammiraglia, M/Y Chopi Chopi di 80 mt, l’ambito riconoscimento “Judges Commendation” riservato ai più grandi motoryacht dislocanti di stazza lorda superiore ai 2.000 GT ai “The World Superyachts Awards”, organizzati dal gruppo editoriale Boat International Media.

M/Y Chopi Chopi è stata premiata ad Amsterdam in una serata di gala nella suggestiva cornice del Museo Nazionale di Storia Marittima, a conclusione di una esclusiva due giorni dedicata all’Industria dei Superyachts e alle sue Eccellenze. Il premio è stato ritirato da Lamberto Tacoli, Presidente e Amministratore Delegato di CRN insieme al Team CRN ed agli Studi di Architettettura Zuccon International Project che ha concepito le linee esterne e il layout interno e Laura Sessa che ha firmato lo style concept e il design degli interni, davanti ad una platea internazionale composta da Armatori e Rappresentanti dei Cantieri più prestigiosi del mondo.

Dopo aver ottenuto il premio “Interior Design Award” nel segmento megayacht superiori ai 60 metri agli “Showboats Design Awards”, Chopi Chopi si aggiudica anche il premio speciale che la giuria dei “The World Superyachts Awards” riserva al megayacht che più degli altri si è distinto nel panorama dello yachting mondiale nell’anno 2013 per caratteristiche, innovazioni, design e tecnologia a bordo, tratti distintivi che hanno permesso a questa nave, completamente Made in Italy, di conquistare la Famiglia Armatrice e l’ambito riconoscimento.

Lamberto Tacoli, Presidente e Amministratore Delegato di CRN, commenta: “Questo nuovo, inaspettato e prestigiosissimo premio per Chopi Chopi, la nostra Ammiraglia, è il riconoscimento del lavoro svolto da tutto il Cantiere CRN, in stretta collaborazione con l’Armatore e con gli Architetti Giovanni e Paola Zuccon e Laura Sessa, senza dimenticare il nostro azionista Weichai Group e l'amico Alain Maaraui di SeaPros; a tutti loro va quindi ancora una volta il mio personale e sentito ringraziamento. Chopi Chopi oltre a rappresentare perfettamente l’impegno e la passione che caratterizzano da 50 anni il Cantiere di Ancona, porta prestigio alla nostra Nautica Italiana e sarà di grande stimolo per proseguire nel nostro affascinante ed impegnativo lavoro."



CRN 129 80 mt CHOPI CHOPI

Scafo numero 129 costruito dal cantiere, con i suoi sbalorditivi 80 metri è il più grande megayacht mai realizzato da CRN e uno dei più grandi mai prodotti in Italia. Chopi Chopi rappresenta una straordinaria vetrina per il Made in Italy, essendo stato costruito interamente ad Ancona e progettato da due studi di architettura italiani: Studio Zuccon International Project, che ha concepito le linee esterne e il layout interno insieme al CRN Engineering, e l’architetto Laura Sessa, che ha firmato lo style concept e il design degli interni. Questo yacht è uno scafo dislocante in acciaio e alluminio che si sviluppa su 6 ponti e può ospitare fino a dodici passeggeri, alloggiati in sei suite, 30 membri dell’equipaggio e nove di staff.

Concepito come una family house, Chopi Chopi rappresenta una sintesi, e al tempo stesso un’evoluzione dei tratti caratteristici, dell’anima e dell’innovazione delle navi firmate CRN, distinguendosi per gli spettacolari volumi, l’ariosità degli spazi, le forme slanciate e le linee morbide, l’attenzione per i dettagli e per il benessere a bordo, i giochi di luce e, di fondamentale importanza, per un legame diretto con il mare. Come tutte le navi realizzate da CRN, la nuova ammiraglia è espressione massima dei punti di forza del cantiere: i balcony e le terrazze aperte nelle cabine VIP del main deck, il beach club del lower deck con il portellone di poppa che si trasforma in una grande spiaggia di 100mq a pelo d’acqua e le ampie finestrature, che donano una straordinaria luminosità agli spazi interni garantendo un costante contatto visivo con il mare. Inoltre, a bordo di Chopi Chopi sono state studiate soluzioni inedite, come ad esempio la pilot house all’avanguardia, dalla caratteristica forma circolare e un ‘rifugio’ esclusivo per l’Armatore, con un ponte completamente dedicato – tra upper e sun deck – per godere dei propri spazi nella massima riservatezza, raggiungibile anche via aerea grazie a un helipad collocato a poppa.