Oltre 26 metri e mezzo di lunghezza fuori tutto, per godere a pieno degli spazi di un grande yacht “firmato” Ferretti su uno scafo inferiore ai 24 metri, registrabile quindi come imbarcazione da diporto di categoria CE. Tutto questo è Ferretti Yachts 870: uno dei più apprezzati del brand italiano che attualmente offre tre linee distinte di prodotti (Yachts, Custom Line e Navetta). Disponibile sia in versione roll bar o su richiesta con hard top, a meno di due anni dal suo debutto al salone di Cannes 2012 il modello “tocca” per la prima volta le acque della Cina e celebra la propria Asia-Pacific Première all’Hainan Rendez-Vous 2014.

Ferretti Yachts 870, come sempre frutto della stretta collaborazione tra Studio Zuccon International Project ed AYTD - Advanced Yacht Technology & Design, il centro di ricerca, stile e prodotto del Gruppo, presenta alcune delle caratteristiche più apprezzate di altri modelli in gamma, abbinate a numerose soluzioni innovative a livello di design.
L’imbarcazione installa infatti il cupolino di colore bronzo sopra la plancia di comando - elemento già presente su Ferretti Yachts 800, modello che ha di recente debuttato in Cina (a Xiamen, nel novembre 2013) - e grandi superfici vetrate lungo il ponte principale e nello scafo, all’altezza delle cabine ospiti. In particolare, alla coppia di finestre open view in cabina armatoriale si aggiungono grandi vetrate con oblò apribili in quelle ospiti, e la doppia finestratura della vip a estrema prua. Per una luminosità interna straordinaria e una visuale esterna davvero ampia.
Notevolmente aumentata è la superficie vetrata del ponte principale, rinnovata nel disegno tramite un ribasso in falchetta all’altezza della zona pranzo e all’allungamento fino a poppa. Questa soluzione, tipica in imbarcazioni di maggiori dimensioni, contribuisce a dare un senso di continuità all’aspetto esterno e ad allungare anche esteticamente il profilo. L’imbarcazione nel complesso è caratterizzata da grande leggerezza ed eleganza. Anche grazie a un elemento distintivo di alcuni modelli Ferretti Yachts: le tre vetrate “a branchie di squalo” che separano la finestratura del salone da quella all’altezza della plancia di comando.

Come tutti i modelli della gamma, anche per Ferretti Yachts 870 sono disponibili diverse soluzioni di decoro degli elementi non strutturali ed allestimenti alternativi degli interni, fra cui la nuova special edition “Tai He Ban by Ferretti”, che prevede ambienti appositamente dedicati a business meeting, ricevimenti ufficiali, incontri informali ed occasioni d’entertainment. Un layout progettato in particolare per gli armatori dell’Estremo Oriente ed ispirato al celebre palazzo dell’Armonia, uno dei più importanti della Città Proibita di Pechino dove avevano luogo le principali cerimonie ufficiali alla presenza dell’Imperatore e dei suoi dignitari.
Un luogo simbolo di valori fondamentali quali prestigio e potenza, armonia ed equilibrio: gli stessi che il marchio Ferretti incarna da sempre nel proprio DNA e che sono frutto della più alta “Intelligenza Nautica Italiana”.

L’unità in mostra a Sanya è allestita nel layout tradizionale, lo stesso del primo esemplare presentato nel 2012 al salone nautico di Cannes. Il decoro, invece, è caratterizzato da alcuni originali elementi di customizzazione, scelti dall’Armatore e realizzati grazie al costante supporto del team di architetti e designer interni di Ferretti Group.
A bordo domina l’essenza rovere naturale tinto noce, ripresa in vari altri dettagli d’arredo, come nei fascioni dei letti e nei masselli dei mobili; sempre il legno, ma la radica lucida, è scelta per i contenimenti dei tendaggi e nei pianali dei mobili. Su tutta l’imbarcazione il legno si abbina alla pelle, che l’Armatore ha voluto di tonalità rossa per divani, sedie nella dinette di plancia e sedile pilota sul ponte principale, nonché nei dettagli d’arredo delle cabine ospiti - testaletto, fascioni, divanetti, pouf e colonna tv. Al rosso si affianca il bianco sui cielini e nelle pareti delle cabine.

“Su Ferretti Yachts 870 abbiamo mantenuto intatti tutti i plus del predecessore Ferretti 830, fra i best seller nella storia recente del marchio - spiega Leonardo Allasia, Global Brand Manager Ferretti. Allo stesso tempo abbiamo sfruttato al massimo l’allungamento della sovrastruttura: un fattore che ci ha permesso di massimizzare l’utilizzo degli spazi interni in ognuno dei layout disponibili. A tutto vantaggio del comfort per gli ospiti a bordo, che possono godere di brillanti soluzioni abitative su una barca di oltre 26 metri, dalle prestazioni ottime e con un’insonorizzazione e un senso di privacy straordinaria.”

“L’Asia-Pacific Première di Ferretti Yachts 870 si affianca al contemporaneo debutto del primo Ferretti Yachts 690 nell’edizione speciale ‘Tai He Ban by Ferretti’ e dell’ammiraglia della linea, Ferretti Yachts 960 - aggiunge Alessandro Tirelli, Ferretti Group Asia-Pacific Sales Director. Ognuna di queste imbarcazioni presenta caratteristiche particolari nella customizzazione degli interni, sia per quanto riguarda il layout sia per il decoro. Un esempio perfetto della molteplice offerta che il marchio Ferretti è attualmente in grado di proporre sul mercato asiatico. E presentarlo all’Hainan Rendez-Vous ci rende davvero orgogliosi dei nostri sforzi e pronti a nuove sfide su questa strategica area.”

PONTE PRINCIPALE
L’incremento della lunghezza di Ferretti Yachts 870 è evidente già nel pozzetto, dove gli spazi generosi lo trasformano in una grande lounge all’aperto in cui rilassarsi in compagnia dei propri ospiti: oltre al tavolo in teak fino a otto persone, infatti, viene proposto un pratico mobile bar a sinistra della porta vetrata d’ingresso agli interni.
Il salone è organizzato in living, dining, cucina e zona di comando: questi ultimi due ambienti, a prua, sono separati dal resto del ponte. L’ambiente è un grande open space dove vivere il mare nel massimo confort. Le ampie finestrature a murata lo illuminano completamente, contribuendo a renderlo ancora più affascinante. Tutti gli interni, inoltre, sono dotati di un sistema d’illuminazione a faretti fornito dall’azienda italiana Cantalupi.
Il layout prevede, a sinistra, un grande divano a “L” con poltrona e tavolino fumo, completato a destra da due poltroncine separate da mobiletto, dove è posizionato il mobile con tv a scomparsa.
La zona dining, a sinistra, è arredata con tavolo da pranzo in cristallo “Mirror” di Omnidecor, completato da otto sedie in pelle con struttura in acciaio, fornite da Calligaris. Sulla destra, si trova un mobile continuo lungo la murata, dotato di frigo bottigliera e diversi vani porta oggetti e bottiglie. Sotto la scala d’accesso al flybridge, è posizionata un’altra pratica credenza porta oggetti.
Tra il divano e il tavolo da pranzo si trova un secondo mobiletto ad ante, che offre ulteriori spazi per lo stivaggio. Tutto il salone è dotato di sistema audio fornito da Bang & Olufsen.
La zona verso prua è organizzata introducendo alcune soluzioni che ottimizzano il layout e rendono ancora più comodi i flussi a bordo, aumentando al contempo la privacy per gli ospiti. A destra è stata realizzata una lobby dalla quale si accede frontalmente alla zona di comando, separata da una porta. Una porta scorrevole sulla sinistra è, invece, uno dei tre ingressi alla cucina. Lungo la murata di destra, oltre la salita al flybridge, si trova invece il day toilet e il vano scale per scendere sottocoperta.
La plancia di comando a dritta gode della massima visibilità frontale e laterale. E al comandante basta aprire la porta alle proprie spalle per usufruire di una comoda visuale anche verso poppa. Ottima l’ergonomia della seduta e perfetta la fruizione dell’intera strumentazione di bordo. A destra, alle spalle della plancia, sono stati posizionati numerosi vani di stivaggio e un mobile alto, dove riporre per immediata consultazione tutto quanto è necessario per la navigazione. A sinistra della plancia, per condividere la rotta col comandante, si trova una dinette con ampio divano a “L” e un mobile scrivania con pouf, per il carteggio. Una porta scorrevole alle spalle della dinette rappresenta il secondo dei tre accessi alla cucina, che oltre all’ingresso dalla lobby è raggiungibile anche da una porta esterna lungo il camminamento di sinistra, permettendo all’equipaggio di accedervi senza attraversare il salone. La cucina, firmata dall’azienda italiana Ernestomeda, è dotata di elettrodomestici Bosch. Di colore laccato bianco, è arricchita da un piano in quarzo.

PONTE INFERIORE
La discesa sottocoperta si trova nella lobby a centro barca. Per facilitare l’accesso alla zona notte, è stato installato un particolare sistema d’illuminazione, non solo estremamente funzionale ma anche in grado di regalare grande fascino all’intero vano scale e al disimpegno d’accesso alle cabine ospiti. Alla colonna luminosa attorno alla quale si sviluppa la discesa, si aggiunge infatti un corrimano laterale retroilluminato, che permette di scendere nel lower deck in totale sicurezza anche nelle ore notturne. Oltre a questa sistema, su richiesta è possibile installare l’illuminazione integrativa di tutti i gradini delle scale e di quelli nel corridoio, verso le cabine ospiti e vip.
Tutte le cabine beneficiano di un deciso incremento dei volumi, reso possibile dallo spostamento verso poppa di tutti gli ambienti sottocoperta, che possono usufruire della parte più larga della barca. Una soluzione che non ha apportato modifiche a sala macchine, zona equipaggio e garage rispetto al modello precedente, Ferretti 830. Le cabine matrimoniali sono tre - la ospiti di sinistra ha l’opzione dei letti separabili -, a cui si aggiunge una quarta lungo la murata di destra, a letti singoli affiancati. Ogni cabina è dotata di bagno privato e box doccia separato.
La cabina armatoriale, posizionata in senso longitudinale, è una full beam a tutti gli effetti, straordinariamente illuminata dalle doppie vetrate con oblò ed elegantemente arredata da un divano che si estende lungo tutta la vetrata di dritta, arricchito da un tavolino scorrevole. Sotto la vetrata opposta si trova un pratico mobile con incluso zona vanity e pouf incassato. Il bagno armatoriale è arredato da una coppia di lavandini in ceramica, in appoggio sul piano in marmo, con miscelatori a cascata. Gli accessori di tutti i bagni, armatoriale e ospiti, sono forniti dall’azienda italiana Capannoli. Alla doccia con pareti e pavimento in marmo si accede da una porta in cristallo firmata Bianchi e Fontana, mentre la zona sanitari è separata da una porta scorrevole in vetro satinato. Per far “dialogare” il decoro degli altri ambienti anche coi bagni, gli architetti e designer del Gruppo non hanno voluto rinunciare, anche nei bagni, ad alcuni inserti in legno, indiscusso protagonista del decoro di questa imbarcazione. Inserti in radica lucida sono presenti infatti, sotto i piani in marmo e nello zoccolo sopra il pavimento dei bagni.
Il posizionamento del bagno e della cabina armadio, alle spalle del letto, permette inoltre di aumentare in maniera sensibile l’isolamento acustico, ulteriormente incrementato dalla paratia insonorizzata e dai serbatoi, tra cabina e sala macchine. A garanzia del comfort e di una maggiore privacy, infine, gli alloggi dell’equipaggio sono posizionati a poppa, oltre la sala macchine, alla quale il marinaio può accedere direttamente.
Le cabine ospiti sono state oggetto di importanti miglioramenti, a tutto vantaggio dello spazio e dell’aumento della superficie vetrata, che regala grande luminosità esterna a tutti gli ambienti.
Quella vip a prua è dotata di due vetrate con oblò. Sotto quella a dritta si trova una poltroncina. Sulla murata di sinistra è posizionato un mobile con vanity e pouf. Grande luminosità e cura nel decoro sono state riservate anche alle cabine ospiti, entrambe dotate di vetrata con due oblò. In particolare, la ospiti di sinistra è paragonabile per spazi e funzionalità alla vip. Dotata, a scelta, di letto matrimoniale o di due singoli separati, senza perdere nulla in termini di fruibilità, l’ambiente è arricchito da un vanity incassato nella colonna tv, che può ospitare uno schermo fino a 26 pollici.

PRESTAZIONI
Per quanto riguarda le prestazioni, Ferretti Yachts 870 è dotato di due motori MTU 12V 2000 M94 dalla potenza di 1948 mhp a 2450 giri/min. Questa motorizzazione permette di raggiungere una velocità di crociera di 27 nodi e una velocità massima di 30,5 nodi. A questa andatura, l’imbarcazione ha un’autonomia di 300 miglia nautiche. Autonomia che sale a 358 miglia nautiche alla velocità di crociera. Nella versione con hard top, Ferretti Yachts 870 raggiunge una velocità massima di 30 nodi, con un’autonomia di 300 miglia nautiche, che sale a 350 all’andatura di crociera di 27 nodi.