Ferretti Custom Line, il cantiere italiano parte del Gruppo Ferretti per la produzione di maxi yacht in materiale composito con scafo planante o semi-dislocante, sbarca a Genova con la flotta al completo e con un’importante anteprima italiana: il progetto del Ferretti Custom Line 124. Un’imbarcazione che sintetizza l’esperienza progettuale e costruttiva del cantiere con uno sguardo al futuro, coniugando armoniosamente eleganza, performance e soluzioni fortemente innovative per imbarcazioni di tale pedaggio.

Il design della nuova planante della serie Ferretti Custom Line, progettata dall’Architetto Gianni Zuccon – Studio Zuccon International Project, insieme alla collaborazione dell’AYT, Advanced Yacht Technology il centro di ricerca e progettazione navale del Gruppo Ferretti - sintetizza l’esperienza progettuale e costruttiva del cantiere con uno sguardo al futuro, coniugando armoniosamente eleganza, performance e soluzioni fortemente innovative per imbarcazioni di tale pedaggio:

grandi porte-vetrate laterali nel salone e piattaforme abbattibili capaci di creare esclusive terrazze private sul mare.
le dimensioni del salone superano i 50 metri e l’assenza di puntelli permette alla vista di spaziare senza ostacoli
La luce domina l’ambiente, grazie alle ampie finestrature a cui si aggiungono le grandi porte vetrate laterali, - fisse o apribili in base al layout scelto dall’Armatore - che aumentano la percezione dello spazio creando una
sensazione di unione tra esterno ed interno.
Le porte vetrate laterali affacciano sul camminamento del ponte principale dove si trovano, su entrambi i lati, le piattaforme abbattibili con apertura
elettroidraulica che realizzano vere e proprie terrazze per una vista sul mare
unica ed esclusiva.
gli interni sono personalizzabili in tutti gli elementi non strutturali e si caratterizzano per uno stile contemporaneo completamente rinnovato, in cui i materiali di pregio diventano protagonisti: essenze pregiate, marmi preziosi, tessuti e pelli si fondono in un mix innovativo realizzato in base ai desideri dell’Armatore
un ampio pozzetto, con grande tavolo in teak per ospitare fino a 10-12 persone.

Esposte a Genova Ferretti Custom Line esporrà anche le altre imbarcazioni della flotta planante:

Ferretti Custom Line 97’. Modello appartenente alla linea planante del cantiere offre soluzioni progettuali innovative volte ad ampliare lo spazio a disposizione

dell’armatore e dei suoi ospiti, che lo rendono ideale anche per crociere in charter.

112' NEXT. Questo esclusivo maxi yacht completa la linea planante della flotta accanto al 97' rinnovando la gamma. Naturale evoluzione del 112', si caratterizza non solo per l'eleganza, ma anche per la capacità di assicurare una crociera di assoluto piacere nel rispetto dei più avanzati standard costruttivi.

Ma altresì quelle della flotta semi-dislocante:

NAVETTA 33. Ad un certo punto della propria vita, chi ama il mare e ha conseguito buona parte dei propri obiettivi sulla terra ferma, ha davanti a sé un nuovo traguardo da raggiungere, navigare ovvero percorrere miglia e miglia senza sbarcare toccando mete lontane e incontaminate. Solo un'imbarcazione come Navetta 33 lo rappresenta al meglio e rispecchia la sua personalità.

NAVETTA 26. In 26 metri di lunghezza e quasi 7 di larghezza, realizza la possibilità di navigare in una nuova dimensione di comfort, relax e benessere, intercettando i nuovi mega-trend sociali e nautici degli armatori “maturi” - ovvero coloro che hanno già posseduto diverse imbarcazioni - e rispondendo al meglio alle loro crescenti aspettative: il desiderio di silenzio, spazio, luce e, più in generale, di relax e well-being a bordo.

L’eccellenza di Ferretti Custom Line si esprime anche a livello tecnologico. Tutta la flotta si avvale della dotazione di stabilizzatori Mitsubishi ARG (Anti Rolling Gyro) e di dotazioni che rientrano nella categoria MCA Short Range, regolamento di sicurezza emanato dalla Maritime Costguard Agency e dedicato espressamente a maxi yacht da 24 a 38 metri al fine di elevarne gli standard di sicurezza e permetterne l’utilizzo in charter.