Il cantiere navale italiano ottiene un importante risultato che attesta una riduzione dell’impatto ambientale.

Ancona, 19 febbraio 2020 – CRN, parte del Gruppo Ferretti, è il primo cantiere navale in Italia ad ottenere la certificazione IMO Tier III per il megayacht di 62 metri fully-custom in acciao e alluminio M/Y 137. Questo importante risultato premia una strategia industriale fortemente incentrata sul rispetto dell’ambiente e sullo sviluppo sostenibile.

Nel rispetto delle norme internazionali IMO TIER III (International Maritime Organization) che tutelano la salvaguardia dell’ambiente nell’ambito dell’industria navale, CRN ha ottenuto la certificazione fin dalla prima nave da diporto, in consegna a inizio 2020.

La direttiva prevede che gli yacht a motore di oltre 500 GT (gross tonnage) di stazza lorda, ammessi alla navigazione in tutte le aree geografiche e con una chiglia posata dopo il 1° gennaio 2016, riducano del 70% le emissioni nocive degli ossidi di azoto (NOx) dei gas di scarico dei motori.

Il progetto è stato sviluppato e coordinato dal team di ingegneri dell’ufficio tecnico di CRN, che ha reso possibile l’attuazione della norma grazie all’installazione, sugli scarichi dei motori, del sistema ausiliario SCR (Selective Catalytic Reduction) che abbatte i gas nocivi attraverso un processo chimico.

CRN ha implementato questa normativa conseguendo la certificazione internazionale con il nuovo 62m CRN 137, varato lo scorso novembre, che costituisce il primo megayacht IMO TIER III compliant a cui seguiranno gli altri 3 yacht fully custom CRN attualmente in costruzione: CRN M/Y 138 62 metri, CRN M/Y 139 72 metri e CRN M/Y 141 60 metri.

Questa rilevante attestazione risponde anche alle richieste di armatori sempre più interessati al tema della tutela dell’ambiente.