Ancona, lunedì 29 aprile 2013 – Il megayacht CRN Navetta 43 #08 “Lady Genyr”, di 43 metri, è stato varato stamane ad Ancona. La cerimonia si è svolta in forma privata, alla presenza della famiglia dell’armatore, delle maestranze di CRN e del top management dell’azienda. CRN è il cantiere navale del Gruppo Ferretti specializzato nella costruzione e commercializzazione di megayacht completamente custom e semi custom in acciaio, alluminio e composito da 40 a 90 metri. Lady Genyr è l’ottavo megayacht della fortunata linea Navetta 43, un risultato di grandissimo valore considerate le dimensioni di questo tipo di navi. La prima è stata la CRN Navetta 43 #01 Emerald Star (consegnata nel 2007), seguita poi da #02 Hana e #03 Rubeccan (2008), #4 Sofico (2009), #5 Eviva e #06 Kate (2010) e #07 Lady Trudy (2011), tutti megayacht con interni interamente personalizzati. Per Lamberto Tacoli, Presidente e Amministratore Delegato di CRN S.p.a. “Il varo di oggi è un ulteriore passo importante nel processo di consolidamento di CRN tra i top player della cantieristica mondiale. A poco più di tre mesi dallo storico varo dell’80 metri ‘Chopi Chopi’, il più grande mai costruito da CRN, scende in acqua l’ottava Navetta 43. Questa continuità è la testimonianza dell'impegno e della capacità produttiva del Cantiere che ha dimostrato di saper abbinare innovazione e tradizione, realizzando prodotti a misura di ogni Cliente”. M/Y CRN NAVETTA 43 “LADY GENYR” 43 METRI
Il megayacht Lady Genyr è una navetta dislocante in composito, interamente Made in Italy e realizzata con un utilizzo largamente prevalente di fornitori locali, come tutti i prodotti CRN. Il layout esterno e la compartimentazione degli interni del megayacht sono firmati dagli architetti dello Studio Zuccon International Project, mentre CRN Naval Engineering ha curato l’architettura navale e gli architetti dell’ufficio Interior design di CRN hanno definito soluzioni e allestimenti degli interni. La nave da diporto, lunga 43 e larga 8,6 metri, può comodamente ospitare 10 passeggeri in cinque cabine (una cabina armatoriale + quattro cabine Vip) e 9 membri di equipaggio e navigare in comfort assoluto ad una velocità massima di 15,5 nodi e ad una di crociera di 13 nodi, grazie a due 2 motori Caterpillar C32-C. La sua autonomia è di circa 3.800 miglia a 11 nodi, perfettamente in grado quindi di effettuare traversate oceaniche. Dotata di quattro ponti e di carena con bulbo, Lady Genyr, rispetto agli altri megayacht della linea Navetta 43 presenta una nuova strutturazione del sun deck, caratterizzato da spazi ancora più ampi. Fra le sue peculiarità anche l’ascensore interno per collegare i ponti, espressamente richiesto dall’armatore. Caratteristica distintiva di questa nave, così come di molte altre della flotta CRN, il terrazzino della suite armatoriale, allestito come “balcony” con coffee table e poltroncine per la prima colazione, godibile anche durante la navigazione. Negli interni prevalgono linee classiche, senza tempo, per un design di asciutta eleganza. Di grande impatto l’ampia zona fitness allestita a poppa, comprendente macchinari Technogym e Kinesis, praticamente affacciata sulla spiaggetta a pelo d’acqua, segno distintivo di CRN e vero “must have” dei suoi clienti, che possono godere di un modo unico, molto diretto, di vivere e rapportarsi con il mare. L’imbarcazione è inoltre supportata da “myOlos”, un sistema integrato di entertainment, info e domotica, denominato sviluppato grazie ad una partnership tra CRN, Videoworks e Intel per ottenere una funzionalità a bordo e un’alta tecnologia ancora più user friendly. Il sistema consente di gestire e controllare attraverso un iPad tutte le funzioni di intrattenimento – compreso audio e video on demand – climatizzazione, videosorveglianza di bordo, controllo luci e tende. Dopo il varo, la nave resterà in cantiere dove verranno completati gli allestimenti interni: la consegna definitiva all’armatore è prevista a luglio.